• Anna Maria

Move on

12.-25. Novembre --- 16.-29. giorno di viaggio

Tante cose sono successe dall'ultimo post, cose soprattutto spiacevoli purtroppo, motivo per cui riesco solo adesso a fare un resoconto.

Con un ritardo di due giorni rispetto al programma, siamo finalmente riusciti a partire col camion da Giovo Ligure. Siamo stati accolti al MBH Ranch con molta gentilezza e la sera, essendo stata invitata a cena da un ragazzo che tiene il cavallo lì al maneggio, ho conosciuto tante belle persone e abbiamo passato una fantastica serata.

Il giorno dopo sono ripartita, con la strana sensazione di non essere più abituata alla routine della preparazione. Ho seguito una strada che mi avevano raccomandato i miei amici della sera prima, per andare al mare. L'ho trovata senza grandi problemi, e quando mi sono ritrovata in spiaggia sono stata travolta dalla gioia: è stata la prima volta nella mia vita in cui mi sono trovata accanto a questa immensa distesa di acqua che ho sempre amato così tanto insieme ai miei cavalli. È stato un momento veramente speciale per me..

Ma purtroppo questo momento di gioia idilliaca ha ben presto ceduto il passo alla realtà: per quanto sia bello camminare con i cavalli in spiaggia, sentire le onde del mare, accarezzare con lo sguardo quest'orizzonte infinito... I cavalli fanno fatica a camminare sulla sabbia, hanno paura delle onde più grandi e vogliono sempre tornare sull'asfalto. Quindi ho smesso di sognare e li ho fatti camminare un po' lungo il mare e un po' sulle strade.

Ho passato due giorni a trovare una via di mezzo, ma visto che nell'entroterra c'è una città dopo l'altra, ho dovuto tenere legata Sparta per tutto il tempo. Lungo grandi strade è molto impegnativo gestire tre animali contemporaneamente, soprattutto se c'è tanto traffico. Inoltre ho faticato molto a trovare la strada da seguire, il che mi ha costretta a stare moltissime ore in sella per raggiungere i punti d'appoggio che avevo programmato.

Il primo maneggio si trovava direttamente sul mare, un posto bellissimo, peccato che si trovasse un po’ troppo vicino alla “civiltà” per i miei gusti. Al maneggio successivo mi sono fermata due giorni. Mi era arrivata nel frattempo una chiamata dell'ASL di La Spezia, che mi ha chiesto di recarmi al loro ufficio, così ho lasciato i cavalli nel loro paddock e ho raggiunto la città in treno. L'ASL mi ha fatto una multa, ma vi racconterò i dettagli in un post successivo, quando la faccenda sarà conclusa.

Ho proseguito il viaggio, accompagnata da alcuni amici, verso Camaiore, e il giorno dopo, con altri accompagnatori, verso Valpromaro. Lì ho di nuovo dovuto (beh... diciamo che ci siamo anche divertiti un sacco quindi non è stato solo un dovere, ma soprattutto un piacere) sostare per alcuni giorni per chiarire il problema dello spostamento dei cavalli con l'ASL. Appena ho risolto, mi sono rimessa in marcia, accompagnata per un primo tratto dalla proprietaria del maneggio. Poi mi sono trovata di nuovo da sola. Era da un po' che non viaggiavo più solamente in compagnia dei miei animali, e l'ho apprezzato. Mi piace il silenzio, la libertà di far spaziare in lungo e in largo i miei pensieri, il dondolio in sella, la connessione con i miei animali, lo sguardo sull'orizzonte. Certo, amo anche molto cavalcare insieme ad altre persone, mi piacciono le chiacchierate, le risate e la compagnia… ho bisogno di un equilibrio fra le due cose.


Mentre scrivo mi trovo nella cucina del maneggio Equiavventura a Capannori, con la mia Sparta da un lato e una stufetta a gas dall'altra. Siamo arrivati qua un paio d'ore fa, bagnati e stanchi. Anche se oggi pensavo di fare solo 10-15 km alla fine sono diventati 24: non sempre riesco a prevedere con precisione le tappe. Comunque, ormai abbiamo raggiunto la pianura, quindi facciamo molta meno fatica di prima.

Stamane sono partita da Lucca, dove mi ero fermata la notte in un altro maneggio. Ormai però le giornate sono così corte che non sempre riesco a visitare bene il posto in cui sono. Molte volte arrivo che si sta facendo buio e riesco a vedere il posto in cui sono solo la mattina.

Domani partirò in direzione di Staffoli, e non vedo l’ora di continuare a scoprire altri luoghi della bellissima Toscana...




146 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Verso Roma