• Anna Maria

0-2 All'inizio si fa fatica... giusto?

Da quando, finalmente, sono riuscita a partire (il 27. ottobre) ce la siamo cavati benissimo. Finora penso che la partenza sia stato il momento più difficile...

Mercoledì ho fatto il piccolo tragitto da Gorzegno a Prunetto. Già dopo alcuni metri mi ha superato la prima prova (soprattuto mentale): i cacciatori. Una macchina dopo l'altra mi è passata accanto, più in avanti erano appostati al bordo della strada, il fucile in mano. E ovviamente avevo già in testa le scenate che avrebbero fatto i cavalli, soprattutto Rhiannon che porta le bisacce e non era ancora abituato, se avessero incominciato a sparare davanti a noi. Per fortuna niente di tutto ciò si è avverato; noi abbiamo continuato per la nostra strada e i cacciatori, tutti simpaticissimi, sono partiti poco dopo. Arrivati giù a valle, dopo tanta strada asfaltata, ero già contenta di poter prendere lo sterrato che mi avrebbe portato quasi fino al prato di un amico, dove volevo prepararmi per la notte. Come sempre, mi ero fidata un po' troppo della mia app e mi sono trovata a fare tutta la strada, non sterrata ma asfaltata.. pazienza. Arrivata al campo a Prunetto, ho tolto le bisacce e le selle ai cavalli, gli ho fatto il pascolo con un paio di paletti e un po' di filo che mi sono portata dietro e ho preparato la tenda e il mio "letto". Alle 18 avevo un appuntamento con uno della Radio Valle Belbo per fare due chiacchiere sul viaggio in diretta. Subito dopo sono arrivate tre mie amiche di Prunetto, due delle quali venute per cenare con me. Abbiamo passato la serata con una zuppa squisita, un buon vino e tanto tè. Una di loro ha pure dormito con me lì, anche se non in tenda dove c'era tanto spazio libero, ma fuori sotto le stelle.

Mi ero messa d'accordo con un'amica di Scaletta Uzzone di incontrarci il giorno dopo a Prunetto in piazza. Lei è venuta a prendermi con la sua mula e ci ha fatto da guida fino a casa sua, dove fanno allevamento e addestramento di cavalli americani. A Prunetto ho incontrato sia Dania con la mula e Andrea che l'aveva portata lì col trailer, che Marco, il sindaco di Gorzegno, e Esther (l'amica che aveva passato la notte fuori con me) con una brioche per me. Dopo l'incontro in Piazza ci siamo dirette verso il bosco dei faggi e da lì siamo scese Scaletta. Trovo che le langhe in autunno sono veramente favolose. Non ci sono due alberi con lo stesso colore e il sole sembra coprire tutto con un mantello dorato.

Arrivati all ADRanch abbiamo scaricato e messo a posto i cavalli. E che lusso per loro! Una rotoballa di fieno, mangime e acqua a volontà!

Dopo il pranzo abbiamo recintato un nuovo pascolo per le fattrici e Dania mi ha fatto fare il giro della ranch. Adesso, dopo una buona cena, sono a letto intenta a scaldare i miei piedi, che sembrano aver già sentito che arrivi l'inverno, visto che insistono a rimanere freddi. Ma è un disturbo minimo, che non altera per niente i miei sentimenti di libertà e felicità in questo momento.. Il mio viaggio è cominciato!


472 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti